Detrazione fiscale del 50% per la ristrutturazione degli edifici

Sei in: Home    News > Detrazione fiscale del 50% per la ristrutturazione degli edifici

E' possibile detrarre dall'IRPEF il 50% delle spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2017, per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni degli edifici residenziali con un limite massimo di 96.000,00 Euro.

La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

Per gli immobili residenziali adibiti promiscuamente all'esercizio di un'attività commerciale, dell'arte o della professione, la detrazione spetta nella misura ridotta del 50%.

 

Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell'immobile, a condizione che i bonifici delle spese siano intestati a lui.

 

Per fruire della detrazione è necessario che i pagamenti siano effettuati tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare:

- la causale del versamento, con riferimento alla norma;

- il codice fiscale del beneficiario della detrazione;

- il codice fiscale o il numero di Partita Iva del beneficiario del pagamento.

In caso di più soggetti che sostengono la spesa, il bonifico deve riportare il codice fiscale di tutte le persone interessate.

 

INTERVENTI AGEVOLATI

- Interventi sugli immobili residenziali per lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuata sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale.

- Interventi sulle parti comuni degli edifici residenziali per lavori di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia.

- Interventi su immobili danneggiati da calamità.

- Acquisto e costruzione di box e posti auto.

- Eliminazione delle barriere architettoniche, per es. installazione di ascensori e montacarichi.

- Interventi per la prevenzione degli illeciti.

- Cablatura e riduzione dell'inquinamento acustico.

- Acquisto e installazione di impianti fotovoltaici, fino a 20 kw di potenza, l'impianto deve essere posto a servizio dell'abitazione. E' sufficiente che il risparmio energetico sia attestato da idonea documentazione.

- Interventi antisismici.

- Bonifica dell'amianto.

- Interventi anti-infortunio, per la messa in sicurezza contro gli infortuni domestici.

- Acquisto di immobili ristrutturati, a condizione che l'acquisto avvenga entro 18 mesi dalla fine dei lavori e che gli stessi abbiano coinvolto l'intero edificio. La detrazione spetta su un importo forfetario pari al 25% del prezzo di vendita.

 

ALTRE SPESE AGEVOLATE

- Progettazione degli interventi.

- Prestazioni professionali richieste dalla realizzazione dei lavori.

- Messa in regola degli edifici sugli impianti elettrici e a metano.

- Acquisto di materiali.

- Perizie, sopralluoghi e relazioni di conformità.

- Iva, imposte di bollo e rilascio di autorizzazioni.

- Oneri di urbanizzazione.

 

La detrazione d'imposta del 50% non è cumulabile con altre agevolazioni previste per gli stessi interventi (esempio detrazione del 65%).

 

Dal 1 gennaio 2018, in assenza di altre proroghe, si tornerà al 36% e al tetto di spesa di 48.000,00 Euro.

Detrazione fiscale del 50% per la ristrutturazione degli edifici
edilcomristrutturazioniit
© 2015 EDILCOM srl
PI/CF: 08864650968
via Micca, 7 - 20093 Cologno M.se (MI)

Richiedi un
preventivo
gratuito